Come iscriversi

Corso di studio in Mediazione Linguistica e Interculturale (cl. L12)  - Laurea triennale 

Obiettivi formativi

Il Corso di studio in “Mediazione Linguistica e Interculturale” , come si evince anche dal titolo scelto, si prefigge di rispondere a una doppia esigenza di formazione linguistico-letteraria e culturale. Tale esigenza formativa scaturisce dal fatto che il ruolo del mediatore linguistico (che investe di fatto tutti gli ambiti di comunicazione internazionale, in un mondo sempre più globalizzato) richiede il possesso, oltre che delle abilità di carattere linguistico, anche di competenze più variegate (ad esempio, di natura giuridica e informatica) e soprattutto di una solida formazione culturale di tipo linguistico-letterario.
Il mediatore linguistico impiega la propria preparazione linguistico-interdisciplinare al fine di operare in prima persona, o di insegnare ad altri, l'utilizzo di strutture linguistiche finalizzate a rapporti istituzionali-aziendaliculturali attivati, in ambito sia nazionale che estero, in contesti multietnici e multiculturali. Tali obiettivi vengono raggiunti sin dal I anno di corso grazie allo studio approfondito, sia pratico sia teorico, di due lingue straniere (triennali) e dell'italiano, oltre ad una terza lingua straniera (biennale o triennale). Negli anni successivi, oltre al potenziamento delle strutture linguistiche e della riflessione teorica, gli studenti acquisiscono, mediante le lezioni frontali, le esercitazioni, i seminari e le varie attività di contesto collaterali (partecipazione a convegni, conferenze, cineforum in lingua straniera) ulteriori e approfondite conoscenze storico-culturali e letterarie relative alla contestualizzazione delle lingue studiate.

Descrizione del percorso formativo

Il corso di studio in “Mediazione Linguistica e Interculturale” ha una durata di tre anni e si caratterizza per un percorso formativo a marcata connotazione linguistico-letteraria e culturale. Lo studio delle lingue comprenderà, naturalmente, sia il livello metalinguistico sia quello strumentale. Ampio spazio è dedicato all'insegnamento della letteratura italiana, ed eventualmente di suoi aspetti particolari, e delle letterature comparate, qualora lo studente opti per una preparazione di tipo comparatistico. Sia l'approccio linguistico che quello letterario saranno fondati su una base critico-filologica. Il corso di studio si caratterizza altresì per una impostazione attenta alle dinamiche temporali e spaziali, entro le quali trovino collocazione i grandi processi linguistico-culturali della modernità e della contemporaneità. In tale ottica le discipline linguistiche sono svolte nella lingua straniera specifica e inoltre gli insegnamenti di Geografia (Geography) e Sociologia della comunicazione interculturale (Sociology of intercultural communication) sono tenuti in inglese al fine di favorire il processo di internazionalizzazione.
Poiché il corso in “Mediazione Linguistica e Interculturale” prevede la possibilità di proseguire gli studi in corsi di laurea magistrale della classe LM-37, il percorso formativo (visto nella sua articolazione quinquennale) consente allo studente di conseguire i CFU necessari all'accesso a quegli ulteriori percorsi formativi obbligatori che, di caso in caso e sempre in relazione alle norme vigenti, potranno condurlo all'insegnamento delle lingue straniere nelle scuole secondarie superiori.

Sbocchi professionali
 

  • Corrispondenti in lingue estere e professioni assimilate - (3.3.1.4.0)
  • Tecnici delle pubbliche relazioni - (3.3.3.6.2)
  • Tecnici delle attività ricettive e professioni assimilate - (3.4.1.1.0)
  • Organizzatori di fiere, esposizioni ed eventi culturali - (3.4.1.2.1)
  • Organizzatori di convegni e ricevimenti - (3.4.1.2.2)
  • Agenti di viaggio - (3.4.1.4.0)
  • Guide turistiche - (3.4.1.5.2)
  • Tecnici del reinserimento e dell'integrazione sociale - (3.4.5.2.0)

Titolo richiesto per l’ammissione

 
Per accedere al corso di studio in Mediazione linguistica e interculturale è necessario essere in possesso di uno dei seguenti titoli:

Modalità di accesso

 
Mediazione Linguistica e interculturale è un corso di studio a numero programmato
 
Per i corsi a numero programmato è prevista una prova di ammissione, regolamentata da un bando, e che dà luogo alla formazione di una graduatoria di merito.
Sulla base di tale graduatoria, è pubblicata una lista degli ammessi, pari al numero di posti disponibili: 250 complessivi, di cui 248 posti comunitari, 1 posto non comunitario e 1 posto cinese.
Successivamente, decorso il termine delle iscrizioni per gli ammessi, si procederà alla formazione delle liste degli ammessi per scorrimento.
Infine, per i posti rimasti disponibili a seguito della mancata iscrizione dei candidati ammessi per scorrimento verrà avviata la procedura di richiesta di immatricolazione. Gli interessati dovranno compilare l'apposita richiesta attraverso il “Portale Studenti”.
Per conoscere modalità e scadenza per l’iscrizione alla prova e tutte le procedure di scorrimento è necessario consultare il bando per l’ammissione relativo all’anno accademico in corso.
Bandi di ammissione
 
 
Prova di ammissione al primo anno del corso di laurea in MEDIAZIONE LINGUISTICA E INTERCULTURALE
 
Tempo assegnato per lo svolgimento della prova: 100 minuti
Articolazione della prova: 60 domande
Argomenti della prova:
Lingua inglese n° 20 domande
Lingua italiana n° 14 domande
Ambito storico-culturale n° 14 domande
Area logico-linguistica n° 12 domande
 
Attribuzione del punteggio:
1 punto (uno) per ogni risposta esatta
0 punti (zero) per ogni risposta non data
- 0,25 punti (meno zero/venticinque) per ogni risposta sbagliata
 
Punteggio minimo per l’ammissione senza obblighi formativi: 30 punti.
 
 OFA - Obblighi Formativi Aggiuntivi
Gli studenti ammessi con OFA Obblighi Formativi Aggiuntivi ) potranno sostenere gli esami solo dopo avere recuperato il “debito”. A tal fine, la Struttura Didattica Speciale organizza dei corsi il cui avvio sarà regolarmente pubblicizzato sul sito web.

Immatricolazione

 
Dopo aver superato la selezione prevista dal bando di ammissione, oppure dopo aver compiuto tutti i passi previsti per verificare il possesso delle conoscenze richieste, si potrà procedere con la compilazione della domanda di iscrizione, collegandosi alla pagina personale del Portale studenti selezionando dal menù la voce “immatricolazione”.
Dopo aver eseguito l’accesso sarà necessario:

  • compilare la domanda di iscrizione online, confermando l'autocertificazione reddituale sulla base del VALORE ISEE 2018;
  • effettuare il pagamento della PRIMA RATA pari a € 156,00 (“Guida per lo studente a.a. 2018-19”) utilizzando il sistema pagoPA®, seguendo le indicazioni riportate alla pagina www.unict.it/it/servizi/pagopa, entro le date di scadenza indicate nel bando. L’immatricolazione si ritiene conclusa soltanto dopo il pagamento della prima rata.

 
 

Tasse

 
Per perfezionare la procedura d’immatricolazione è necessario pagare la PRIMA RATAentro la data di scadenza indicata nel bando o nell'avviso, pari a:
€ 156,00  (€ 140,00 tassa regionale di diritto allo studio + € 16,00 imposta di bollo);  
Il pagamento delle tasse dovute si effettua attravberso il sistema pagoPA, secondo le indicazioni riporate sul sito alla pagina http://www.unict.it/it/servizi/pagopa.
 
Per i dettagli, consulta il bando o l’avviso relativo al corso di studi prescelto, la sezione “Tasse e contributi” e  la “Guida per lo studente a.a. 2018-19”.
 
 

 

Corso di studio in Lingue e Culture Europee ed Extraeuropee (cl. LM37) - Laurea magistrale 

-