Presentazione del corso

Si tratta della riattivazione del CdS L12 - Mediazione linguistica e interculturale che è già stato presente con successo nell'offerta formativa dell'Università degli Studi di Catania, sede di Ragusa, nell'A.A. 2010/11 e 2011/2012, essendo subentrato al corso di laurea in Scienze della mediazione linguistica attivo dall'A.A. 2001/2002 fino all'A.A. 2009/10.

La mancata attivazione del C.d.S nell'A.A. 2012/13 non è stata dovuta ad un calo delle iscrizioni o a problemi di requisiti didattici, ma conseguenza di un contenzioso finanziario tra l'ateneo di Catania e il Consorzio universitario della provincia di Ragusa, felicemente risoltosi nel febbraio 2013 grazie alla firma di una convenzione tra le parti di durata quindicennale.

La riattivazione nasce dall'esperienza positiva accumulata negli anni precedenti evidente nelle valutazioni sul gradimento degli studenti rispetto alla qualità della docenza, all'adeguatezza delle infrastrutture e dei servizi. La percentuale di soddisfazione complessiva risulta infatti dell'88%.

Si sottolinea che non esiste un CdS con una configurazione così precisa nel campo della mediazione linguistica e interculturale né presso l'Università di Catania né presso altre università statali siciliane. Infatti il corso interclasse dell'Università di Palermo (L-11 Lingue e culture moderne & L-12 Mediazione linguistica, denominato: Lingue e letterature moderne e Mediazione linguistica - Italiano come lingua seconda) e quello interclasse dell'Università di Messina (L-11 Lingue e culture moderne & L-12 Mediazione linguistica, denominato: Lingue, Letterature straniere e Tecniche della Mediazione Linguistica) non prevedono insegnamenti curriculari di lingue orientali né una particolare attenzione didattica ai settori dell'integrazione e del terziario. Infatti nel CdS da riattivare è presente un alto numero di crediti destinati agli insegnamenti linguistici, sia a livello metalinguistico che strumentale e un ampio spazio è dato ad insegnamenti culturali (letterari, filosofici, storici) fondamentali nella formazione di mediatori culturali anche in contesti di migrazione e nell'ottica della globalizzazione: Va sottolineata infine la presenza di discipline affini relative al diritto e alla sociologia necessarie per operare in contesti multiculturali a livello di rapporti economici e di assistenza. L'interesse reale del territorio non solo a livello locale ma su base regionale è attestato dal fatto che nell'ultimo anno di attivazione del C.d.S. presso la sede di Ragusa, quasi metà degli studenti (47%) proveniva da altre province.

Per quanto riguarda gli sbocchi occupazionali, dalla consultazione dei dati rilevati sul sito Almalaurea per l'anno 2011 (dati aggiornati al marzo 2013) relativi all'analogo corso di studio in Scienze della Mediazione linguistica, già attivo presso questa sede, risulta che su un campione di 65 intervistati: il 40% degli studenti laureati ad un anno dalla laurea era iscritto ad un corso di laurea specialistica, il 36,9% circa partecipava o aveva partecipato ad un'attività di formazione post-laurea, il 29,2% risultava occupato. Di questi il 42,1% considera molto efficace il possesso della laurea nel lavoro svolto, il 36,8 abbastanza efficace; il 78,9 lavora nel settore privato.