Obblighi Formativi Aggiuntivi

La verifica del possesso dei suddetti requisiti sarà effettuata mediante un test valutativo di ingresso che consisterà in quesiti a scelta multipla. Obiettivo del test è quello di verificare: la padronanza della lingua italiana e della lingua inglese, sulla base dei parametri illustrati al punto A3.a, e le conoscenze di base relative alle scienze umane e letterarie nonché all’area logico-deduttiva.

Il tempo assegnato per lo svolgimento della prova è di 100 minuti; la prova si articola in 60 domande. Per ogni risposta esatta viene attribuito n. 1 punto, per ogni risposta non data viene attribuito n. 0 punti, per ogni risposta sbagliata viene attribuito - 0,25 punti. Il punteggio minimo per l'ammissione è di 30 punti.

Gli ammessi che al test d’ammissione riporteranno un punteggio inferiore a 30/60 dovranno soddisfare, entro il primo semestre (pena l’impossibilità di accedere alla prima sessione di esami di profitto), specifici Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA) relativi alle lacune evidenziate dal test nei suoi quattro ambiti. La Struttura provvede ogni anno ad organizzare appositi corsi ed esercitazioni volti ad agevolare il superamento delle lacune evidenziate nel test, avvalendosi dell'aiuto dei docenti o di tutor appositamente reclutati. Alla fine di tali attività, gli studenti saranno chiamati a un’ulteriore verifica, tramite test linguistici o produzione di brevi saggi: queste prove si intenderanno superate se lo studente raggiungerà una valutazione almeno sufficiente e in tal modo si riterranno soddisfatti gli OFA. Di ciò verrà data tempestiva comunicazione all’Area della Didattica di Ateneo.